Tutti aspettavano Milano ma oggi non va

La finale che stavamo aspettando.

Arrivare in finale significa avere tante partite nelle gambe,  regular season più eventuali coppe europee. Lo sa bene la Virtus Bologna ma la carica adrenalinica va oltre la stanchezza. Un primo tempo fra Milano e Bologna che si chiude sul 39-48 con grande intensità della Virtus. Sempre presente in difesa grazie al buon gioco di tutti i giocatori, da segnalare uno strepitoso Alessandro Pajola che si è fatto notare.

Corale il gioco di Bologna del primo tempo, con il Miloš Teodosić che ti aspetti in una gara importante come una fnale. Ad accompagnare Teodosić un gruppo aggressivo sull’avversario, nessuno escluso. Djordjevic ha studiato tutto.

Il risultato cambia e Messina ritrova la difesa

Ettore Messina non tarda a cambiare le carte, la Virtus ha otto giocatori con almeno 7 punti e Milano si ricorda che le partite si vincono con la difesa. Un secondo tempo con Milano che riprende l’intensità di Eurolega, quella bella che piace al pubblico. Nel secondo tempo Bologna vede una Milano concentrata, arriva a meno due ma non basta.

A due minuti dalla fine Marković mette una tripla pesante da lontano, adesso Bologna capisce che è il momento giusto per allungare. Finisce 77-83 e Bologna guadagna gara uno. Bisogna recuperare le energie e pensare alla prossima partita, il risultato di oggi non vuol dire niente, queste le parole di Sasha Djordjevic ai microfoni di Eurosport.  Gara due lunedì 7, sempre al Forum di Milano per una partita tutta da scoprire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.